+39 347 2301915

Le gare di Coppa del Mondo viste da Ra Bujela.

La Coppa del Mondo di Sci a Cortina e la ferrata de Ra Bujela in inverno

Salire la ferrata de Ra Bujela in inverno e poter ammirare le evoluzioni delle atlete della Coppa del Mondo dall’alto
è per certo un’esperienza unica per gli appassionati di montagna!

Nei prossimi giorni le Guide Alpine Cortina, in occasione della spettacolare Cortina d’Ampezzo Ski World Cup,
“the queen of speed”, che vedrà le migliori atlete al mondo gareggiare sulla favolosa pista “Olympia delle Tofane”, propongono un evento sterpitoso per gli amanti delle emozioni in alta quota.
Nel dettaglio nelle giornate di sabato 23 e Domenica 24 ci sarà la possibilità di salire sulla nuova via ferrata Maria e Andrea Ferrari e vedere la gara dall’alto.

ferrata Ra Bujela in invernoLa nuova via ferrata, percorre il torrione chiamato Ra Bujela, posto a nord del tratto più spettacolare e famoso del tracciato della pista, lo Schuss delle Tofane. L’attacco del nuovo percorso attrezzato è raggiungibile facilmente grazie alla seggiovia Piè Tofana – Rifugio Duca d’Aosta.

La prima parte è la più impegnativa e di difficoltà media; una volta raggiunto il primo ponte (ben visibile dall’attacco) la ferrata diventa assai più facile e divertente. In tutto ci sono due passerelle, 370 m di cavo e poco più di 100 m
di dislivello. Il tempo di percorrenza stimato è di circa 1 h e 45′.
Per i dettagli tecnici della via ferrata vi invito a leggere l’articolo pubblicato in occasione dell’apertura della ferrata de Ra Bujela.

Recentemente ho avuto modo di salire su Ra Bujela con l’amico Mauro, e devo dire che il percorso sì e rivelato ancor più interessante che in estate, quando ovviamente molte più persone si cimentano sulla parete. In occasione delle gare di Coppa del Mondo, poter godere di un punto d’osservazione privilegiato come questo è senz’altro un’occasione da non perdere.
È indubbio che la salita de Ra Bujela in inverno richiede maggior impegno di quello richiesto durante la bella stagione: invito il lettore a leggere l’articolo dedicato alla salita delle vie ferrate in inverno per saperne di più.

Dopo la discesa dal torrione, invece che usufruire della comoda seggiovia, si può decidere di tornare a Piè Tofana incamminandosi sul Sentiero dei Camosci, anch’esso aperto la scorsa estate, lungo il quale ci sono buone probabilità di incontrare gli agili animali che hanno dato il nome al panoramico percorso.
ATTENZIONE: in particolari situazioni il Sentiero dei camosci é esposto al pericolo di valanghe e bisogna essere in grado di valutare con cognizióne di causa la stabilità del manto nevoso.

Scroll Up