+39 347 2301915

Arrampicata sul Piccolo Lagazuoi.

La Via Blede alla Riscossa sulla parete ovest del Lagazuoi

Nel settembre 2004 Siro Cannarella e Gianpaolo Rosada della sezione del C.A.I. di Trieste, insieme ad alcuni amici, hanno aperto una nuova via sulla parete Ovest del Piccolo Lagazuoi. Pur essendo passati già un po’ di anni dalla data di apertura, si tratta di una salita poco conosciuta in quanto la notizia della sua realizzazione non è stata diffusa.
Di seguito, riporto integralmente la relazione stilata dagli apritori.

AVVICINAMENTO
La via Blede alla Riscossa si trova sulla parete che si vede di fronte al “Forte Tre Sassi“.
Si prende il sentiero che porta verso le altre vie della parete, e subito dopo si inizia a salire su per il ghiaione.

Alla fine del cono di ghiaia, dove ha inizio la via IBEX, si sale ancora a destra lungo un canale , traversando poi sulla grande cengia ghiaiosa. Si sale lungo rocce, con passaggi di secondo grado puntando alle evidenti colate nere, (ometti) alla base della colata di sx, la più evidente, ha inizio la via.

La via segue inizialmente la colata fedelmente su una parete verticale.  Dalla grande cengia si porta verso sx  portandosi lentamente verso il grande camino che si nota.
Lo si sale per una lunghezza e mezza. Giunti sulla balconata si sale dapprima verticalmente e poi deviando verso sinistra puntando verso un diedro finale. L’ultima lunghezza  in effetti si percorre nel diedro.

LUNGHEZZA
360 metri

NOTE
La via Blede alla Riscossa è interamente attrezzata a spit da 10mm
Utili friends e cordini per aumentare le protezioni

DISCESA
Dalla cima seguire il sentiero a dx che porta verso la cima  ove si vede la croce e prima di raggiungerla si incrocia il sentiero di guerra che in breve vi riporta al parcheggio del fortino.

COMMENTO
E’ una bella via con  passaggi veramente belli e tecnici. La via in alcuni  tratti risulta sporcata dal detrito. Solo un  tratto nel penultimo tiro ha un passaggio, nel traverso per entrare nella conca, in cui bisogna prestare più  attenzione.
Via che ci auguriamo venga sempre più ripetuta in quanto giunge esattamente sul pianoro in cima.

CURIOSITA’
Le blede in dialetto triestino sono una sorta di coste, ma con la foglia più corta ed arrotondata.
Si preparano lesse (un bollitina di 5 minuti) e si servono tagliuzzate, condite con olio, sale e limone.
Se non sbaglio, ingerite in quantità eccessiva, dovrebbero avere un effetto lassativo (sarà qui il motivo della denominazione della via?).

PRIMI SALITORI
Siro Cannarella e Gianpaolo Rosada – C.A.I. Trieste – Soccorso Alpino delle Giulie, Gruppo G.A.R.S.
+ Laura Albertacci e amici

Scroll Up