+39 347 2301915

Storia

La Croce del Pomaganon.

L’inverno appena trascorso rimarrà per certo nella memoria di tutti noi: il blackout prima, e poi tanta, tantissima neve, che ha purtroppo danneggiato strade, abitazioni, tetti e manufatti, ma non solo… Ho infatti recentemente appreso che anche la Croce di vetta del Pomagagnon, o meglio della Costa del Bartoldo, ha dovuto soccombere all’inclemenza di un […]

Visita alle postazioni del caposaldo di Cima Gallina

Un’indimenticabile esperienza: una notte al fronte in un’atmosfera di altri tempi. Con questa bella proposta è infatti possibile visitare le postazioni del caposaldo di Cima Gallina con le ciaspe, accompagnati da uno o più rievocatori storici in divisa d’epoca e da una guida alpina. L’iniziativa arriva da un’idea di Raniero Campigotto, gestore del Rifugio Col […]

La tragedia del Neptune.

Una rapida e fruttuosa ricerca in rete mi permette di scoprire alcuni dettagli dell’incidente.
Il 19 luglio 1957, durante un volo di trasferimento ad Istrana, un bimotore da pattugliamento marittimo dell’US Navy dette inizio a una doppia tragedia.

Il confessionale.

Un paio di anni fa tenni una lezione di toponomastica agli studenti del Liceo Classico di San Vito, e nel mazzo dei toponomi ampezzani legati in qualche modo alla religione (da Pies de ra Mognes al Sas del Morto e numerosi altri) inclusi anche Confescionario…

Silvestro Franceschi, noto come Tete Dane.

Verso il 1850 il Comune di Marebbe fece un consistente taglio di legname a Fanes e lo vendette ad un mercante veneto.
Per poterlo far fluire verso la pianura attraverso il Boite, il legname doveva essere trasportato nel piano di Revis. Fu indetto allora un concorso che venne vinto dai cavallai ampezzani…

Il Paré della Punta Fiames.

Il 6 dicembre del 1986, chi scrive e il cugino Enrico, Scoiattolo e guida alpina in esercizio da due stagioni, compivano un piccolo, ma assai curioso exploit alpinistico: la scalata della Via Dimai-Verzi sul “paré” sud della Punta Fiames, in tre ore e 50 minuti complessivi…

Top